Serie D

News Serie D

BELLARIA 92 OZZANO 82

BELLARIA BASKET  92  PARTY E SPORT OZZANO  82

24-15  45-43  74-49

 

Uno show e non una partita di Basket sabato sera al Palatenda.  Due squadre che si sono affrontate a viso aperto, con una difesa aggressiva degli ozzanesi a volte non sanzionata, un attacco micidiale dei bellariesi, 16 triple a fine gara. Parte subito forte la squadra locale mandando a referto i cinque entrati, Scarone, Russu, Sacchetti, Fornaciari e Galassi. Bel gioco di squadra sublime quando Fornaciari prende al volo un lancio di Scarone e realizza prima ancora di toccare terra, il Palatenda esplode. Sigilla il 24 a 15 dei primi dieci minuti Sabile, con un 2 su 2 ai liberi. Il secondo quarto è di marca bolognese, Dozza , Fierro e Zerbini creano bei giochi e realizzano, bellaria non riece ad arginare e Ozzano si porta avanti 38 a 36, due triple di Scarone ed una di Russu chiudono il quarto con Bellaria avanti 45 a 43.  Il riposo fa bene ai bellariesi che con un parziale di 29 a 16 segnano la partita, bene sotto canestro il giovane Baldassarri, così come Bindi, Montanari e Raffaelli, sempre determinanti nella gestione delle rotazioni.  Ozzano non ci sta a fare la vittima sacrificale, nonostante il divario nel punteggio, ne esce fuori uno spettacolo entusiasmante. L’azione degli ospiti si concretizza negli ultimi dieci minuti, con un recupero fino a 76 a 79. I ragazzi di Coach Ferro sono bravi a non perdere la testa e a controllare, la gara termina con Bellaria avanti 92 a 82. La salvezza è ormai conquistata.

BELLARIA: Malatesta, Sacchetti 16, Stabile 2, Raffaelli  , Fornaciari 15, Baldassarri , Galassi 15, Montanari ,  Bindi ,  Scarone 28, Russu 16.

All. :Ferro

Vice: Ricci-Teodorani

PARTY E SPORT OZZANO: Sandrolini 6, Fioravanti 19, Dozza 8, Beccari 1, Marchi 10, Fierro 14, Zerbini 12, Rizzoni 4, Passatempi, Miceli 8.

All. Benini

Vice: Nannetti

Arbitri: Medici  -  Guerra

BELLARIA BASKET vs PARTY SPORT OZZANO

BELLARIA BASKET 79 AICS FORLI 62

BELLARIA BASKET  79 AICS FORLI 62

22-15  38-29  53-42

 

Posti in piedi esauriti, così poteva essere il cartello appeso all’ingresso del Palatenda, nella serata del derby con Forlì che vedeva l’esordio casalingo di German Scarone.  Le attese della vigilia si sono concretizzate tutte, un bella partita con i forlivesi che mollano solo nel finale, uno Scarone che ha regalato qualche perla e un tifo caloroso da entrambe le parti.  Bellaria parte subito forte con Russu e Fornaciari mattatori del canestro, mentre nel Forlì i punti vengono distribuiti. La gara parte in equilibrio fino a metà quarto quando Coach Ferro chiama in panca Bindi dopo il secondo fallo e al suo posto entra Scarone.  Bellaria stringe le maglie in difesa e inizia a prendere un leggero vantaggio. Su un tiro Russu cade male e si storce la caviglia, un brutto colpo per i locali considerando che fin qui era il migliore in campo. Al suo posto Montanari lo sostituisce egregiamente e il quarto termina con Bellaria avanti di sette punti, grazie ai canestri finali di Provesi e Sacchetti. I secondi dieci minuti sono ancora di più equilibrati, Totaro e Mariani rispondono ai colpi bellariesi assestati per lo più da Galassi, un minorenne ( compirà diciotto anni in luglio ) del quale pensiamo lo si vedrà giocare in futuro su parquet prestigiosi. Da segnalare nel Bellaria l’ ingresso di Stabile che annulla ogni giocatore che gli passa vicino e trova anche il tempo per mettere una tripla. Si va al riposo con Bellaria avanti di 9 punti. Al rientro i forlivesi hanno uno scatto di reni e recuperano quattro punti in un amen con Totaro e Ravaioli, nonostante i due canestri di Galassi, poi Bacchini e Forlì da meno nove nell’intervallo si porta a meno 3, due liberi di Russu stoicamente rientrato con una fasciatura rigida alla caviglia, ottimo lavoro del Dottore, danno un po’ di ossigeno al Bellaria in affanno e da qui riparte la marcia dei ragazzi di Coach Ferro che chiudono il quarto guadagnando altri 2 punticini, portandosi avanti 53 a 42. Il Bello del basket è che una partita no né mai finita fino alla sirena, stesso discorso vale per questa gara. La ditta Nervegna, Totaro e Ravaioli portano il forlì sotto di un punto: la partita inizia adesso. E qui il Bellaria ha quella marcia in più che si chiama German Scarone, 10 punti in 7 minuti e un apporto di tranquillità alla squadra. Russu, Galassi e Fornaciari completano l’opera passando da più 1 a più 17.  La sirena suona con la palla in mano a Sacchetti una delle bandiere del Bellaria Basket. Il Palatenda regala ai suoi ragazzi una stand in ovation.  

BELLARIA: Sacchetti 4, Stabile 5, Raffaelli , Provesi 4,  Fornaciari 16, Baldassarri , Galassi 14, Montanari 4,  Bindi ,  Scarone 16, Russu 16.

All. :Ferro

Vice: Ricci-Teodorani

AICS FORLI: Bergantini F, Bergantini L, Valgimigli 7, Perugini, Ravaioli 22, Totaro 14, Crocini 1, Galeotti, Nervegna 9, Bergantini R,  Mariani 4,  Bacchini 5.

All. Chiadini

Vice: Benazzi

Arbitri: Rambaldi  -  Manzi

INTERNATIONAL IMOLA 62 BELLARIA BASKET 66

IMOLA INTERNATIONAL 62  BELLARIA BASKET  66

20-14  33-29  45-46

 

Il Bellaria arriva ad Imola con troppa leggerezza, data dalla bella vittoria casalinga contro la quarta della classe.  I primi quattro tiri bellariesi non vanno mentre Imola segna, è il primo campanello d’allarme che non sarà una passeggiata, la vittoria bellariese dell’andata non conta nulla. Gli imolesi sono più squadra, giocano d’insieme e mettono 6 uomini a referto, nel Bellaria 10 dei 14 punti li mette Russu che gioca nonostante una caviglia gonfia. Il secondo quarto inizia con Bellaria sotto di sei punti, Galassi scuote i suoi infilando tre canestri consecutivi,  poi Scarone preso di mira da scelte arbitrali discutibili, si vendica con due azioni strepitose, a seguire i soliti Sacchetti e Fornaciari completano l’opera. Nell’Imola Barbagelata con 10 punti mantiene i suoi avanti di 4 punti, nonostante la difesa asfissiante di Raffaelli. Il rientro dalla pausa fa bene al Bellaria; Bindi, Montanari e Baldassarri a turno concedono riposo ai compagni che ne beneficiano poi in lucidità al tiro. I padroni di casa hanno un leggero calo e chiudono il quarto sotto di un punticino.  Gli ultimi dieci minuti sono un libro da scrivere. Imola si porta avanti fino al 54 a 50, German il condottiero tiene  in alto lo stendardo, Provesi lo scudiero annulla il top player imolese Barbagelata e i Caballeros Sacchetti e Fornaciari conquistano canestri. Il tutto passando dal 60 pari a due minuti e venti dalla sirena. Imola realizzerà due liberi con Cai, buona prestazione la sua, mentre nel Bellaria le incursioni dei 2 Caballeros sono determinanti. Una gara meno tecnica del Bellaria rispetto ai padroni di casa ma di maggiore potenza, porta una importante vittoria in un campo difficile per come strutturato e con alcune decisioni arbitrali, non tutelanti per i giocatori più tecnici, addirittura uno sanzionato per simulazione. La prossima gara del Bellaria sarà al Palatenda sabato 18 Febbraio contro gli Ozzanesi del Party e Sport.  Portate i pop corn, lo spettacolo è assicurato.   

BELLARIA: Sacchetti 12, Raffaelli 2 , Provesi ,  Fornaciari 11, Baldassarri , Galassi 6, Montanari ,  Bindi ,  Scarone 11, Russu 24.

All. :Ferro

Vice: Ricci-Teodorani

INTERNATIONAL IMOLA: Cai 13,Benghi, Dal Monte 2, Scagliarini 8, Barbagelata 18, Sassi 4, Ciampone 2, Montanari, Ginevri 6, Martini 9, Borgognoni.

All. Carretto

Vice: Ciarlatani

Arbitri: Presutti - Volgarino

GRIFO IMOLA 81 BELLARIA BASKET 68

GRIFO IMOLA 81  BELLARIA BASKET  68

19-16, 43-35, 56-53

 

 

Palasport Ruggi, cornice ideale per il debutto nel Bellaria Basket di German Scarone, mattatore in passato di tanti derby con i Crabs contro la squadra Imolese di serie A. Non a caso pubblico delle grandi occasioni ad inveire con campanilismo  contro il giocatore, in una gara aperta fino a circa tre minuti dalla fine, quando dopo un tecnico alla panchina e dopo poco, un tecnico seguito da espulsione per reiterate proteste di Sacchetti, cambiano l’inerzia della gara. Nel Bellaria partono bene Russu sempre più leader e Fornaciari, i padroni di casa più collettivo vanno a referto a turno e mantengono un margine di vantaggio di tre punti a fine periodo, nonostante l’ingresso di Scarone dopo 5 minuti dall’inizio che piazza un 2 su 2 dal campo.  Il secondo quarto vede lo show di Castelli e Sgorbati che piazzano 6 triple in un amen, il Bellaria è costretto a rincorre con Russu sotto canestro immarcabile, una tripla di Scarone e una di Sacchetti con Capitan Bindi che fa i suoi punticini, Montanari e Baldassari che sgomitano sotto canestro. Il divario al risposo rimane comunque  di otto punti per il Grifo Imola.  Al rientro dagli spogliatoi parte la marcia di avvicinamento dei bellariesi, Imola è meno precisa in attacco grazie ad una difesa più aggressiva degli avversari, nel Bellaria girano bene in regia in alternanza Stabile, Provesi e Galassi, purtroppo l’imprecisione nei tiri da tre non permette il vantaggio a fine periodo. Gli ultimi dieci minuti sono raccontati ad inizio cronaca, va solo aggiunto il merito ai ragazzi del Grifo una migliore tranquillità nei momenti cruciali, con la conseguente migliore percentuale realizzativa nei tiri. Sabato prossimo al Palatenda il derby con Forlì quarta in classifica, ci sarà da divertirsi.

 

BELLARIA: Malatesta , Sacchetti 5, Stabile, Raffaelli , Provesi 4,  Fornaciari 11, Baldassarri , Galassi 10, Montanari 1,  Bindi 2,  Scarone 16, Russu 19.

All. :Ferro

Vice: Ricci-Teodorani

 

GRIFO IMOLA: Cenni 3, Castelli 14, Batoli 7, Dirella 8, Lucchetta R. , Brusa, Lanzoni 2, Lucchetta S. 3, Orlando 12, Zaccherini, Sgorbati 19, Pasini 13.

All. Palumbi

Vice: Pasotti

 

Arbitri De Palo  - Monti

Login


BellariaBasket.it - Sito ufficiale della società sportiva dilettantistica Bellaria Basket dal 16 Febbraio 2009 - Tutti i diritti riservati
Sviluppato da SimpleNetworks in collaborazione con Michael Vittori
Pwd by Coupons for Hostgator