Serie D

News Serie D

BELLARIA 75 PGS BOLOGNA 69

BELLARIA BASKET  75     P.G.S. BOLOGNA 69

18-21  38-34  55-50 

 

Ultimo atto casalingo per il Bellaria Basket contro la squadra bolognese del PGS Welcome, in una gara senza particolari obiettivi essendo ambedue le squadre salve e matematicamente escluse dai playoff. Primo quarto con Sacchetti che fa bottino per il Bellaria, mettendo a referto 11 punti non sufficienti per chiudere il quarto in vantaggio, Sabbioni e Brunello hanno  la mano calda e i bolognesi sono avanti 21 a 18. Da segnalare che dopo neanche 5 minuti il Bellaria perde Scarone per un infortunio alla caviglia, da una prima analisi del dottore non sembra grave, si vedrà dopo le prime cure se il giocatore potrà rientrare per la prossima gara.  Nel secondo quarto Capitan Bindi imbuca una tripla e due canestri, Russu sotto canestro domina, Provesi  e Galassi girano a mille e il Bellaria va a più sei, Brunello ricuce lo strappo per gli ospiti, Casolaro e Magelli riportano avanti il PGS, Russu e Provesi rispondono e Bellaria va a riposo avanti 38 a 34.  Al rientro dagli spogliatoi i bellariesi si presentano con una tripla di Sacchetti e una di Fornaciari, i bolognesi non mollano sono sempre in scia, poi un break di 9 a 2 firmato Stabile-Russu-Galassi e Bellaria è avanti di 9 punti, Lamborghini Luca e Calzolari riducono il gap 55 a 50 quando suona la sirena. Ultimi dieci minuti e il Bellaria si ricorda di giocare come sa, il divario si allunga fino al 65 a 52, Sacchetti, Russu e Galassi sono implacabili. Ci mette un canestro ancora Fornaciari, poi Sacchetti e di nuovo Galassi e Bellaria va sul 71 a 56 a due minuti dalla fine.  Coach Ferro manda in campo chi ha avuto fin qui meno spazio, i bolognesi ne approfittano per risurre lo svantaggio, la sirena finale suona con Bellaria vincente 75 a 69. Sabato prossimo l’ultima di campionato vedrà il Bellaria impegnato contro i Giardini Margherita, in palio il sesto posto, grande risultato per una squadra costruita ad inizio campionato per salvarsi.

BELLARIA BASKET: Malatesta, Sacchetti 19, Stabile 2 , Raffaelli  , Provesi 5, Fornaciari 9, Baldassarri , Galassi 11, Montanari 2,  Bindi 7 , Scarone , Russu 20.

All. :Ferro

Vice: Ricci-Teodorani

PGS WELCOME BOLOGNA: Lamborghini L. 8, Casolaro 2, Lamborghini S. 9, Calzolari, Bertacchini 7, Sabbioni 16, Brunello 15, Orlandi 12, Magelli.  

All.  Bulgarelli

Vice: Zanforlin

Arbitri: Boccia - Pizzo

FORLIMPOPOLI 70 BELLARI 68

FORLIMPOPOLI  70   BELLARIA BASKET  68

11 – 16  37 – 33  56 – 52  70 – 68

Bellaria si presenta al Palapicci di Forlimpopoli carico e motivato per continuare la lotta per un posto nei playoff, mentre gli Artusiani hanno già staccato il biglietto. I padroni di casa imbrigliano fin da subito il gioco in attacco dei rivieraschi, stesso vale per la difesa bellariese che non concede nulla, l’unico acuto da tenore wagneriano è di Scarone che nei primi dieci minuti piazza 14 punti, permettendo alla sua squadra di chiudere avanti 16 a 11.  Il secondo quarto si apre con altri due punti di Scarone, poi il black out bellariese euno strepitoso Conocchiari  e  Forlimpopoli piazza un break di 15 a 2 portandosi avanti 26 a 20. Scarone , Russu e Galassi a canestro e Bellaria si porta  avanti 36 a 32,  Balistreri e Conmocchiari riportano in vantaggio la prorpia squadra e si va negli spogliatoi con i padroni di casa avanti 37 a 33. Il terzo quarto è un testa a testa, tra le due squadre, negli Artusiani in evidenza in questo periodo di gioco Servadei  e Rossi, nel Bellaria Sacchetti, Provesi e Galassi. Nonostante la grande intensità difensiva in campo, gli attacchi sfruttano talvolta le buone individualità, il risultato di questo parziale è di 19 pari, Forlimpopoli inizia gli ultimi dieci minuti avanti 56 a 52.  Bellaria parte forte con Russu e Sacchetti e si porta a meno 1,  Rossi e Piazza show e i padroni del Palapicci sono avanti di 6. Mancano 4 minuti e 53 secondi e Scarone per 5 falli non è più della partita, ci pensano Galassi e Russu a rimettere Bellaria in gioco sul 69 a 67 per gli avversari.  Fornaciari in lunetta fa 0 su 2, Conocchiari a sua volta ne mette 1 ,  70 a 67 ormai è finita, giusto un libero di Fornaciari per sigillare il risultato sul 70 a 68 e passano i titoli di coda.  Bella partita intensa ed emozionante che ha visto prevalere probabilmente la squadra più esperta, Bellaria ha sbagliato dei canestri facili con il giocatore solo sotto canestro, ha sbagliato anche troppi liberi, tutto frutto di una mancanza di tranquillità nei momenti cruciali, del resto sul campo gli ultimi 5 minuti la media dell’età del Bellaria era di 19 anni e mezzo, la media Artusiana era oltre i 28 anni e si è vista tutta l’esperienza.  Ora la terza piazza è matematicamente sicura per Forlimpopoli, per Bellaria solo la matematica non la tiene fuori dai playoff, se domani sera  Argenta dovesse vincere sarà il definitivo addio per l’appendice stagionale.

ARTUSIANA FORLIMPOPOLI: Vitali F., Vitali M., Rossi 19, Balistrreri 8,  Conocchiari 22,  Calboli, Piazza 4, Morabito, Serrani 5, Arfelli 2, Monday, Servadei 10.

All. Agnoletti

Vice All. Gardelli

BELLARIA BASKET: Malatesta, Sacchetti12, Stabile, Raffaelli, Provesi 6, Fornaciari 5, Baldassari, Montanari, Galassi 10, Bindi, Scarone 23, Russu 12.

All. Ferro

Vice All. Ricci – Teodorani

BELLARIA 85 RAVENNA 55

BELLARIA BASKET  85     CRAL RAVENNA 55

25-13  45-24  69-39

 

Gara quasi scontata tra Bellaria e Ravenna al Palatenda, in considerazione della posizione in classifica occupata dalle due squadre. I primi cinque minuti Ravenna si mantiene in partita, poi tre triple di Scarone e 3 canestri del siluro Fornaciari  scavano il solco, nel Ravenna il solo Morigi Emiliano reagisce refertando 9 punti nei primi dieci minuti. Nel secondo quarto salgono in cattedra Provesi e Galassi, la squadra bellariese gira a mille aumentando il vantaggio fino al più 21 all’intervallo, nel Ravenna i 10 punti di Fabbri in questa frazione evitano una peggiore debacle. Si rientra dagli spogliatoi, canestro di Fornaciari e tripla di Stabile, Bellaria è a più 26, i ravennati Zannini e Fabbri rispondono riducendo a 22 il gap, Scarone ha fretta di chiudere,  piazza tre triple consecutive e potrebbero passare i titoli di coda, la terza sirena suona sul più trenta. L’ultimo quarto parte con il canestro del Bizantino Morigi E. , tripla del Gladiatore Sacchetti  per Bellaria, poi Galassi,  Provesi e Russu con i loro punti mantengono a trenta il vantaggio quando suona la sirena finale.  Ne approfitta Coach Ferro della situazione favorevole, per far giocare qualche minuto in più Raffaelli, Bindi e Montanari che come sempre rispondono bene alla chiamata.  Da segnalare la voglia di esserci di Russu che ha giocato reduce da un virus influenzale e con la caviglia ancora gonfia da Argenta, segnando comunque 8 punti. La prossima gara per Bellaria è venerdì a Ferrara contro l’ Audax terzultima in classifica, una partita insidiosa vista la lunga trasferta.  

BELLARIA: Malatesta, Sacchetti 8, Stabile 7 , Raffaelli  , Provesi 8, Fornaciari 14, Baldassarri 2, Galassi 12, Montanari 1,  Bindi , Scarone 25, Russu 8.

All. :Ferro

Vice: Ricci-Teodorani

CRAL RAVENNA: Gigante , Magnani , Fabbri 13, Zannini 9, Bellanti 2, Thiam 12, Morigi L. 3, Morigi E. 16, Urso.  

All.  Casciello

Vice: Pretolani

Arbitri: Moro - Molinari

AUDAX FERRARA 60 BELLARIA BASKET 72

AUDAX FERRARA 60     BELLARIA BASKET  72

12-17  31-35  46-56

 

                     ( 'gladiatore' Sacchetti  )

 

 

Partita difficile per Bellaria nonostante la classifica indicasse il contrario, le assenze di Stabile e Provesi hanno pesato nell’economia delle rotazioni, considerando Russu ancora acciaccato Coach Ferro ha dovuto chiedere gli straordinari ad alcuni dei suoi. L’Audax vista la classifica scende sul parquet agguerrita più che mai ed il duo Fabbri e Pigozzi mettono in difficoltà la difesa ospite, sorretta dal dinamismo di Raffaelli. Il primo quaro finisce con il Bellaria avanti 17 a 12. Nel secondo quarto entra Montanari per cercare di catturare qualche rimbalzo in più, Scarone inizia il suo show e Bellaria cerca l’allungo, i ferraresi non ci stanno e con due liberi di Zanchetta passano avanti 31 a 30. Due liberi ed una tripla di Scarone fissano 35 a 31 per Bellaria il risultato al rientro negli spogliatoi. Riprende la partita con il ‘gladiatore’ Sacchetti che segna sei punti in un amen e Bellaria inizia a mettere un solco, l’ Audax cerca a fatica di contenere il gap e Capitan Bindi a fine quarto porta il vantaggio bellariese a più 13, la tripla di Pigozzi sulla sirena chiude il quarto con Ferrara sotto 46 a 56. L’ultimo quarto Coach Ferro  da spazio a Baldassarri che fa il mastino in difesa, Russu e Fornaciari pensano a segnare, Bellaria mantiene il vantaggio per tutto il quarto e la sirena suona sul più dodici bellariese.  E’ mancato a tratti il gioco corale al Bellaria, mentre i padroni di casa  hanno utilizzato proprio questa  qualità per mettere in difficoltà gli avversari, alla fine il valore tecnico superiore dei bellariesi ha comunque prevalso. Ferrara si avvia ai play out con buone possibilità di farcela, considerando quanto dimostrato in campo, per il Bellaria il sogno di un posto nei play off continua.

 

BELLARIA: Malatesta, Sacchetti 25, Raffaelli, Fornaciari 8, Baldassarri, Montanari, Galassi, Bindi 2, Scarone 28, Russu 9.

All. Ferro

Vice All. Ricci – Teodorani

 

AUDAX FERRARA: Oseliero, Fabbri 17, Pigozzi 19, Ferraresi 2, Terzi 2, Del Torto 7, Balboni, Gnani 4, Zanchetta 8, Hinex 1.

All. Folchi

 

Arbitri: Manzi  -  Torri

ARGENTA 90 BELLARIA 100

CESTISTICA ARGENTA  90   BELLARIA BASKET  100

24-21  46-41  61-76  81-81  ts. 90-90

 

 

‘Sembrava di stare alla televisione’  Questo il commento a fine gara del guerriero Sacchetti, protagonista per il Bellaria Basket in questa partita che rimarrà nella memoria per tanto tempo. Dopo una settimana di giocatori influenzati, il Bellaria si presenta ad Argenta per mantenere vivo il sogno dei play off con poche speranze, uno spareggio contro chi occupa l’ultima casella disponibile per staccare il biglietto. La gara nel Catino Argentano incandescente si fa subito dura per Bellaria, dopo neanche un minuto Russu esce per una torsione ad una caviglia, ben sostituito dal totem Montanari. Argenta ne approfitta con Malagolini che è incontenibile per la difesa adriatica, Galassi, Scarone e Sacchetti rispondono e limitano i danni a meno 3 quando suona la prima sirena. Il secondo quarto è equilibrato fino a metà, poi Argenta prende il largo e si porta a  più 13,  Scarone trova sei punti nel paniere di classe che possiede, Galassi segna un altro canestro   e si va a riposo con Argenta avanti di 5 punti.  Si ritorna in campo, le sirene e i megafoni ferraresi riprendono il ritmo, spezzato di tanto in tanto dalle trombette dei dieci bellariesi in tribuna. Russu  stoicamente prova il campo dando probabilmente una tranquillità in più ai compagni. Il cronometro parte ed è subito show del Bellaria Basket, dieci minuti di puro spettacolo con Sacchetti, Russu, Galassi e Scarone che fanno 35 punti in dieci minuti contro i 15 argentani, imbrigliati da una super difesa di Raffaelli, Provesi, Stabile e Bindi che Coach ferro schiera a rotazione. Ultimi dieci minuti da gestire ma la trama di questo film è crudele, si inceppa l’attacco Bellariese, regge solo la difesa, Argenta si avvicina spinta anche dai quasi 500 tifosi tarantolati, gli arbitri forse condizionati dal clima danno un tecnico a Scarone che raggiunge 5 falli e si va a sedere in panca.  Bellaria regge e si arriva a 32 secondi dalla fine con Bellaria avanti 81 a 78 e con il possesso palla. Non si concretizza il gioco bellariese e la palla passa ad Argenta, la difesa bellariese è super e riprende il possesso a 5 secondi dalla fine con il tabellone illuminato sul 81 a 78 per Bellaria.   Galassi prende palla, pressato manda il palleggio su un piede avversario, purtroppo un grave errore arbitrale non solo non concede il fallo commesso sul pressing ma, addirittura concede la palla ad Argenta non vedendo che l’ultimo tocco non era bellariese. In  5 secondi sono bravi i padroni di casa a liberare Malagolini che scocca un tiro da tre ed imbuca. Mancano due secondi alla fine.  Bellaria prova a rispondere non va, overtime. Parte Argenta con un parziale di 4 a 0, si sveglia Fornaciari fin qui fuori partita e Bellaria si porta avanti grazie ai sui 7 punti. I ferraresi approfittano del tecnico a Montanari e ad un possesso ottenuto su palla contesa, grazie ad una disonesta furbata del giudice al tavolo, la panchina bellariese protesta timidamente per paura di subire altre sanzioni ma un Dio giusto del Canestro c’è. Suona la sirena sul 90 pari, ci vuole un altro tempo supplementare.  Argenta nonostante la spinta ormai delirante del pubblico spegne la luce,  Fornaciari imbuca per primo, poi la giusta passerella di Galassi che segna 2 volte raggiungendo i 29 punti personali, infine dopo un canestro dal campo, il sigillo del guerriero Sacchetti con due liberi realizzati con il grido incosciente dei dieci bellariesi in tribuna che urlano 100, 100, 100. Suona la sirena il catino abbassa le orecchie e ammutolisce, rimane solo l’urlo Bellaria, Bellaria, Bellaria. Sportivamente partono gli applausi per tutti i giocatori in campo, grande partita di due belle squadre con Bellaria che ha prevalso perché alla fine ne aveva di più. Merito di un grande Coach Ferro.

 

 

BELLARIA: Malatesta, Sacchetti 26, Stabile, Raffaelli, Provesi 2, Fornaciari 9, Baldassarri , Galassi 29, Montanari 4,  Bindi , Scarone 22, Russu 8.

 

All. :Ferro

 

Vice: Ricci-Teodorani

 

CESTISTICA ARGENTA: Alberti A. , Alberti D. 6, Zanetti 15, Quizio, Pasetti.aiotto 14, Migliori 3, Scardovi 3, Bottoni 8, Zanellati 14, Mortara 4, Malagolini 23, Di Tizio, Pasetti.

 

All. Panizza

 

Vice: Santoro

 

Arbitri: Zanotti - Bersani

 

Login


BellariaBasket.it - Sito ufficiale della società sportiva dilettantistica Bellaria Basket dal 16 Febbraio 2009 - Tutti i diritti riservati
Sviluppato da SimpleNetworks in collaborazione con Michael Vittori
Pwd by Coupons for Hostgator